prestitoperugia.com - Cerca i migliori Prestiti e Finanziamenti a Perugia e provincia

in News

In concomitanza con il giorno dei single, San Faustino, è stato rivelato che le persone che vivono da sole avrebbero un costo della vita superiore rispetto ai conviventi. Questo si aggira intono al 64% e non è mica poco. Un dato che potrebbe sorprendere i più, ma che hanno fonte certa in quanto provengono dalla Coldiretti, la quale, in occasione della festa di San Valentino, ha voluto fare un paragone tra le coppie conviventi, o le famiglie, e i single, i quali si ritrovano ad affrontare le spese da soli, arrivando così a superare nettamente quelle di coloro che convivono.

I single che devono affrontare questo problema equivalgono a 7,7 milioni in Italia e l’analisi sul costo della vita è frutto dei dati Istat.

 

Questo riguarda in generale qualunque spesa che i cuori solitari compiano, dal prezzo legato alle spese della casa (che possono arrivare a costare il doppio), piuttosto che quello che comprende una spesa al supermercato.

 

La cifra maggiore la fanno i single con un’età superiore ai 65 anni, arrivando fino a 3,7 milioni in Italia (ovviamente, nella maggior parte dei casi, si tratta di vedovi/e). 1,9 milioni sono quelli con un’età inferiore ai 45 anni, mentre la via di mezzo è composta da 2,1 milioni.

 

Le spese maggiori sono quelle che riguardano la casa e, sempre secondo i dati, sembrerebbe che almeno il 98% dei single si ritrova ad affrontare un costo doppio rispetto ai conviventi in questo settore.

 

Si può dire, inoltre, che, nel caso italiano, essere single non può esattamente essere considerata come una scelta di vita, dal momento che il 75% di questo gruppo di persone è composto da anziani, che si trovano a far uso di una pensione limitata e che, spesso, purtroppo non basta a coprire tutte le spese.

publisher
back to top